Palazzo del Giglio

Curiosa storia quella del Palazzo del Giglio, sede del Municipio di Petralia Sottana. Ove ora sorge l’edificio Comunale era l’ospedale di San Giuliano, un unico corpo con chiesa annessa, ormai scomparsa. L’edificio ospedaliero fu rimaneggiato e ampliato nel 1671.

Nel 1862 con il passaggio al demanio dei beni immobili, la Chiesa di San Francesco è ceduta dall’Amministrazione del Fondo per il Culto al Comune di Petralia Sottana. Per costruire il Corso Paolo Agliata e il palazzo comunale.

L’allora Sindaco Raffaele Rampolla propone all’Abate Pucci una permuta: la Parrocchia rientrerebbe in possesso della chiesa di San Francesco in cambio della chiesa di San Giuliano. La proposta è accettata dalla controparte, deliberata in Consiglio Comunale il 21 luglio 1869 con contratto approvato nel 1870. La Chiesa di San Giuliano diventa quindi proprietà del Comune, premettendo l’allargamento del costruendo Corso in quel punto e trasformando, negli anni, l’intero corpo dell’ospedale e la chiesa in Palazzo Municipale.

Il Palazzo denominato del Giglio, prendendo il nome dal blasone comunale che rappresenta un giglio su fondo rosso, ha ospitato nel piano terra, fino al dopoguerra, il Circolo dei Civili, poi l’ufficio postale.

Adesso l’edificio è utilizzato totalmente per uffici e servizi comunali.

Nel suo interno sono conservate pregiate opere tra le quali ricordiamo un lampadario di murano nella Stanza del Sindaco, la tela raffigurante la Dormitio Virgini di Giuseppe Salerno e una imponente aquila borbonica in filigrana.

Per informazioni  Centralino Comune
tel: 0921.684311

";